Galleria Verde - scheda autoreGalleria Verde - scheda autoreGalleria Verde - recapito autore

La basilica di San Pietro
(per la versione "sensoriale" premi qui)

 

 




Presi coraggio

e sul viso fatto giorno

rubai tepore alle mani accarezzandomi la pelle.


Allo scuotere di ogni movenze,

l'orizzonte lumeggiava,

additandomi tra le nubi la via del sapere.


Sul solco dove il fluido scorreva

filavano bagliori solerti riverberi del figlio creatore.

L'incanto spalancò le porte nel regno dei giganti;

tra le pietre adorne l'ingresso al paradiso.


Nella basilica di San Pietro,

ogni lingua parlata si amalgamava

nel sordo frusciare del sangue umano.



Soffiando ai venti liberai la mente,

il cielo si incupì,

e nell'atmosfera d'incenso

si incendiò la passione.

Onde maestose si infrangevano

scalfendo all'arte il cantico dei cieli.


Cupidi dai vessilli ombrati sfarfallavano meraviglie

mormorando versetti sull'incontro celestiale.



Dischiusi alla vista ogni visione

cercando nell'atmosfera silente il nettare divino.

L'apparizione

si improvvisò vapore

svanendo precoce stalattite dell'umana vanità.


In una sola goccia di rugiada,

distesa sul volto,

compresi la verità ascendendo al cielo la mia fragilità.



L'atmosfera cambiò volto

e nel sole risorto discesi la cascata di marmo

giocando tra le pietre che d'incontro si innalzarono.

Una di loro,

macchiata da un bianco collare,

mi sorrise cortese;

ricambiai con gioia scomparendo rapito

dalla corrente dei miei pensieri.


 

 

(Ho scritto questo testo all'interno della Basilica di San Pietro estasiato
dalle sensazioni che percepivo)


 

 

(Stefano Pastori)

 

 

 

 

 

 

Copyright - Blulight gallery (Galleria d'arte virtuale) - All rights reserved - ver. 1.4 - www.blulight.it - info@blulight.it