Matthew Bates
Matthew Bates è nato a Washington, D.C. nel 1970. I suoi genitori sono entrambi artisti, suo padre, Stephen Bates è clarinettista nell'opera di Washington, D.C. e anche un pittore astratto, la mamma, Isabella è un'insegnante di canto e meditazione, mentre la sua sorella, Jessica è un attrice di teatro che vive a New York.

A 18 anni Matthew si trasferisce a San Francisco per andare all'Academy of Art College dove impara le tecniche di matita, la pittura ad olio e i concetti di base nel disegno. Dopo due anni trascorsi a San Francisco, Matthew ha deciso di lasciare il suo paese per un corso di studio a Firenze presso La Gonzaga University. Questa decisione sarà fondamentale per il suo destino come artista e come uomo.

Prima di Firenze la sua arte era astratta, senza forma e molto concettuale. Anche dopo poco tempo a Firenze, Matthew ha cominciato a realizzare opere più realistiche. Nel 1992 Matthew si trasferisce definitivamente a Firenze a cercare di creare una vita diversa con spunti di ispirazione e creatività. Dopo molti anni di studio, Matthew finalmente troverà il suo stile quando nel 1995 crea Holy Water, un dipinto che usa la fotografia come base informativa per il disegno del quadro. Questa stessa tecnica sarà presente nelle prossime opere come Notte e Pitti Lillies.

Nel 1998 Matthew comincia a lavorare con il computer, che aiuterà il suo stile che sta sviluppando. Con il computer, Matthew crea un'immagine completa che può usare come base per un qualsiasi progetto da completare sulla tela. In questo modo Matthew ha ottenuto diverse commissioni, perché ha potuto far vedere al cliente, prima di cominciare, come sarebbe stato il progetto alla fine. Alcuni esempi di questi lavori sono: Lucia , Tuscan Dream , Anne's Poppies , Singing Beach , and Waterfall.

Nel 2000 Matthew ha comprato una macchina fotografica digitale. Con la sua Nikon, Matthew ha avuto la possibilità di fare fotografie migliori, con più scatti e la possibilità di vedere subito se l'immagine era perfetta, Matthew ha cominciato a fare opere con ancora più qualità e con dimensioni maggiori. Alcuni esempi sono: Villa Cafaggio Still Life , Santa Trinità Bridge , e Piazza Frescobaldi.

Quest'ultimi due rappresentano una nuova idea di Matthew per allargare lo spazio ed il tempo nella visuale. Mettendo insieme alcune fotografie scattate da sinistra a destra in un formato panoramico, Matthew da l'idea di un'immagine che sembra normale, ma nella verità, se uno fosse li, non sarebbe possibile vedere tutta l'immagine insieme nello stesso momento.

Matthew ha creato un'immagine che ha tre punti di prospettiva, ampliando la realtà, dando a noi l'occasione di vedere qualcosa che non possiamo vedere con i nostri occhi nel mondo circostante. Per Matthew, questa tecnica si chiama “Magic Realism” (realismo magico). Nell'opera, fra le più recenti, Campanile di Giotto si vede benissimo l'uso di Magic Realismo. Matthew ha scattato diverse fotografie da 20 metri dalla base del campanile, in modo che se una persona guardasse la cima, non sarebbe possibile vedere anche la base, ma nel quadro si vedono entrambe nello stesso momento.

A 36 anni, si può dire che Matthew è ancora agli inizi della sua carriera. Ma se guardiamo indietro ai suoi 22 anni di pittura, si vede una crescita impressionante per un giovane artista. Matthew non ha paura delle nuove tecnologie, mentre ha molto rispetto per l'arte del passato e per quello che gli può dare nel suo sviluppo artistico. Firenze è una grande maestra per Matthew. Matthew ha detto: “A volte, mentre sto dipingendo, sento come una voce sopra la mia spalla, La voce di Michelangelo che dice, Matthew, puoi fare di più!” Matthew vive con la sua fidanzata a Firenze ancora oggi.

 



Presenta le sue opere nelle seguenti mostre:

1997 Artisans Gallery, Washington D.C.
1998 Watergate Gallery, Washington D.C.
1998-2000 Mannaioni Gallery, Firenze
1998 Piansa Gallery, Firenze
1998 Kennedy Center, Washington D.C.
2001 Florence Art Gallery, Firenze
2001 Art-E-Mail, Marbella
2002 Agora Gallery, New York City
2002 Art-E-Mail, Marbella
2003 Enoteca Giraldi, Firenze
2003 Art-E-Mail, Marbella
2004 Figaro Gallery, Annandale, Virginia
2005 Figaro Gallery, Annandale, Virginia
2006 Flowers That Last Forever - May 13 - June 11, 2006 - Figaro Gallery, Annandale, Virginia
2006-2007 " Art in Progress " di Donatella Corrado su Leonardo di SKY TV
2008 NEEL GALLERY - Paris - 2 Place des Vosges - Paris, France | Tel. +33 1 42 77 91 73

Le opere di Matthew Bates si trovano in numerose collezioni private negli Stati Uniti, dall'Alaska a New York e in Italia da per tutto.

 

 

 

Copyright © - Blulight gallery, All rights reserved - ver. 2.0 - www.blulight.it - info@blulight.it